AIUTI E DONAZIONI
COME FARE?


Al momento la nostra Associazione non dispone di fondi per sostenere spese o borse di studio. Ci stiamo attivando in tal senso, e invitiamo tutte le persone interessate ad aiutarci di prendere visione delle informazioni qui sotto. In forma privata, anche i soggetti che vogliono partecipare alle nostre attività, possono trovare in modo indipendente nelle aziende e nei cittadini del territorio, dei benefattori che li finanzino attraverso una donazione per conto di terzi e che si avvalgano delle agevolazioni fiscali qui descritte.


DONAZIONE DA PARTE DI PRIVATI

Per le Persone Fisiche (assoggettate a IRPEF) che intendono effettuare erogazioni liberali in denaro o in natura per finanziare l’attività svolta dalle Associazioni di Promozione Sociale (APS) e dalle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus), iscritte negli appositi registri, l’art. 83, c. 1, del D.Lgs. n. 117/17 istituisce una Detrazione d’imposta pari al 30% dell’importo erogato (35% se erogato in denaro alle ODV) a favore degli enti, per un importo complessivo non superiore a euro 30.000,00 in ciascun periodo di imposta. erogazioni liberali in denaro o in natura

In alternativa per le erogazioni liberali in denaro o in natura  è riconosciuta la Deduzione  del 10% del reddito complessivo netto dichiarato. L’eccedenza potrà essere computata negli anni successivi fino a concorrenza dell’ammontare erogato, ma non oltre il quarto anno.

Es. 1 | Detrazione del 30% dall’Irpef: persona con reddito di € 10.000,00 che dona € 3.000,00 ad un Ente APS detrae dall’Irpef € 900,00; 
Es. 2 | Deduzione del 10% reddito complessivo netto: persona con reddito di € 30.000,00 che dona € 5.000,00 ad un Ente APS Deduce dal reddito € 3.000,00.Enti e Società: Deduzioni fiscali per Erogazioni liberali a favore di ONLUS, ODV e APS. 

DONAZIONE DA PARTE DI ENTI O SOCIETA'

Per gli Enti e Società (diversi dalle persone fisiche, e assoggettati all’IRES) l’art. 83, c. 2, del D.Lgs. n. 117/17, prevede che, a decorrere dall’anno d’imposta 2018, le erogazioni liberali in denaro o in natura erogate a favore delle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus), delle Organizzazioni di Volontariato (OdV) e delle Associazioni di Promozione Sociale (APS), sono Deducibili dal reddito complessivo netto del soggetto erogatore nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, unico regime agevolativo riconosciuto. L’eccedenza potrà essere computata negli anni successivi fino a concorrenza dell’ammontare erogato, ma non oltre il quarto anno. A tal fine, nel modello 730/2019 è stato introdotto il rigo E36, deputato ad accogliere la nuova Deduzione.

Es. 1 | Deduzione del 10% del reddito complessivo netto dichiarato: Azienda con reddito di € 30.000,00 che dona € 5.000,00 ad un Ente APS, detrae il 10% del reddito dichiarato, ovvero € 3.000,00.

Per quanto riguarda le modalità di pagamento la norma precisa che le erogazioni in denaro devono essere effettuate con versamento postale o bancario, o con carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari. Per le erogazioni liberali effettuate tramite carta di credito è sufficiente la tenuta e l’esibizione, in caso di eventuale richiesta dell’Amministrazione finanziaria, dell’estratto conto della società che gestisce la carta. La donazione in contanti non consente al donatore di beneficiare di alcuna agevolazione.

L’Associazione SHAKTI APS pertanto garantisce a chi effettua erogazioni liberali le predette e previste agevolazioni fiscali da utilizzare in sede di dichiarazione dei redditi (Mod. Unico o mod. 730).
E’ importante che, al fine della fruizione dell’agevolazione fiscale, l’Ente beneficiario rilasci al soggetto erogante un’apposita dichiarazione attestante l’avvenuto ricevimento dell’erogazione liberale.